5 buoni motivi per NON viaggiare da e per PARIS-BEAUVAIS

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 2)

Siete attratti dai prezzi miracolosamente low-cost per viaggiare da e per  Parigi tramite il mitico aeroporto di Paris Beauvais. Pensateci bene! Pensateci almeno 5 volte, perché non è tutt’oro quello che luccica (anzi, in questo caso di luccicante c’è solo il nome “Paris”, perché il resto…).

Primo motivo: autobus

Forse non tutti sanno che Beauvais con Parigi non ha niente a che vedere, si trova addirittura in un’altra regione, la Piccardia, a circa 80-90 km da Parigi.  Sarebbe come dire “Aeroporto di  Milano” e si atterra a Torino.
 Il collegamento è assicurato da un autobus che ha praticamente il monopolio sulla tratta, dato che con i mezzi pubblici è impossibile. La tariffa “aller-retour” è di 30 euro. Salute! Per rientrare a Parigi dall’aeroporto di Roissy Charles de Gaule, una corsa semplice in RER B costa, se non sbaglio, sulle 8 euro (per cui “aller-retour” sulle 16 euro) ovvero la metà…

Inoltre, sempre parlando del famoso autobus Paris-Beauvais… io l’ho ribattezzato “Trombobus”, e se l’avete preso almeno una volta nella vita, avete sicuramente già capito perché! Ragazzi, vabbé che Parigi è la città dell’amore e che per molti si tratta di un viaggio romantico o della prima volta che vi muovete in coppia, ma posso fare un appello? Potete evitare di limonare duro dall’inizio alla fine del percorso, che dura comunque se non c’è traffico un’oretta e mezza ?!!! non è molto romantico un autobus strapieno di gente che passa attraverso le infinite praterie della Piccardia. Aspettate di arrivare almeno verso Neuilly sur Seine, da dove si intravede già la Torre Eiffel, no?

Secondo motivo: la coda per passare agli imbarchi

Ora con la mitica compagnia irlandese blu e gialla, c’è l’obbligo di stampare il check in da casa (pena una multa di 40 euro…). Bene, uno si dice: ho già fatto il check in, non devo più fare la coda all’aeroporto, quasi quasi non serve arrivare al parcheggio di Porte Maillot 3h15 prima della partenza del volo. Sbagliato! In aeroporto c’è la coda per i controlli di sicurezza. Paragonabile alle code davanti alla prefettura per rinnovare il permesso di soggiorno. Interminabile. Hanno aumentato la frequenza dei voli senza adeguare la struttura ricettiva. Ottima strategia…

Terzo motivo: 1 solo bagaglio a mano

Ora, avete capito da precedenti post che io sono quella che ha sempre mille borse e borsette… ora: fate pagare l’imbarco del bagaglio in stiva, e mi sta bene (oddio,no, non mi sta bene, ma vabbé , diciamo che così è deciso e ci si adegua). Ma questo essere fiscalissimi e permettere un solo bagaglio a mano, borsetta da donna inclusa, è davvero da psicopatici. E l’ipocrisia è che basta che si abbia un solo bagaglio al passaggio del controllo, passato il quale tutte le signore e signorine riaprono il trolley o il borsone e rimettono in uso la borsetta schiacciata tra i vestiti 5 minuti prima. Mi spiegate il senso? Quasi come le bottigliette d’acqua, che devi buttare prima di passare il metal detector, ma che puoi ricomprare a 1 metro dal controllo.

Approposito di bottigliette d’acqua…

Quarto motivo: il prezzo delle bottigliette d’acqua all’imbarco

3,70 € per la bottiglietta da mezzolitro, ovvero 7,40€ al litro, il triplo del Tavernello ! Vi giuro che non ci potevo credere, neanche in piazza San Pietro a Roma o in piazzetta a Capri costa 3,70 € – e si parla di  asporto, non di tavolino, bar, cameriere… Il solo modo per bere dopo aver passato i controlli di sicurezza è comprare una bibita da Illy espressamente (di cui abbiamo già parlato…), e la bibita meno cara è l’acqua a quasi 4 € la bottiglietta. E questo sarebbe viaggiare lowcost???…  

Quinto motivo: i bagni dell’aeroporto

Confronto ai quali, i bagni di CDG o di Orly sono equiparabili ai bagni dell’hotel Ritz… cabine talmente piccole da non permettere di entrarci con il famoso unico bagaglio a mano (ecco perché forse ci sono tutte queste restrizioni riguardo il bagaglio a mano!) e comunque nell’entrare o nell’uscire se hai un impermeabile o un cappotto non c’è verso, almeno un angolo finisce nella tazza! E poi la carta igienica, quella si è low cost, modello carta da giornale color Gazzetta dello Sport… per non parlare del risparmio sul sapone, che non c’era.

Insomma, si risparmia un po’ nel prezzo del biglietto (e poi, si risparmia veramente? Se aggiungi il bagaglio in stiva, le tasse del pagamento con la carta di credito, le 30 euro per andare all’aeroporto, le 4 euro per non morire di sete, le 3h15 di vita che dedichi per arrivare all’imbarco, …) ma mi ripeto ogni volta che non ne vale veramente la pena. Poi ogni volta, però, ci ricasco …

PS: ho appena preso un volo per tornare a casa a Natale con Airfrance a 99€ – senza nessuna sovrattassa, con 23 kg di bagaglio in stiva autorizzato, e potrò portare una borsa da donna e un sacchetto con i regali come bagaglio a mano… priceless! ;)

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 2)
Posted on by Irene in Opinioni, Trasporti, Turismo, Varie

37 Responses to 5 buoni motivi per NON viaggiare da e per PARIS-BEAUVAIS

  1. Auramaga

    Io non sono del tutto d'accordo. Tutte le volte che ho volato con ryanair, sono passata con zaino e borsetta, nessuno mi ha cagata. Non ero l'unica. I prezzi possono variare, certo non volerei per 99€, ma ho fatto dei biglietti A/R a 15€ che sommati alle trenta euro della navetta fa 45€ andata e ritorno. Gli orari? Normali, niente voli alle 6 del mattino. Per quel prezzo posso permettermi un euro di più per una bottiglia d'acqua.

  2. giusy

    Tutto vero...solo che io abito vicino a Porte Maillot...
    Per andare a Charles de Gaulle prendevo da sola il taxi (40 o 50 euro... se trovi l'onesto più il ritorno siamo già a 80-100 euro)in quanto ho verificato che sulla rete RER in certi orari non ero molto tranquilla perché frequentata da gente molto strana(provare per credere)
    poi non ho lo stress delle code e bouchons..sono sicura di arrivare in aeroporto!
    Quindi per me è molto più comodo e conveniente piuttosto Beauvais, ma sono un caso a parte :)

    • RjFiore98

      Ciao a tutti , io ho sempre volato con ryanair partedo da bruxelles charleroi .. ho sempre spedito il mio bagaglio a mano , e sono sempre passata ai controlli con un altro bagaglio a mano .. e nessuno mi ha mai detto niente .. vorrei sapere se riuscirei a fare la stessa cosa anche da Beauvais ..

  3. Genna

    Giusy,
    ma l'hai mai preso l'RER? che gente strana c'è??
    La gente normale, che lo usa per andare a lavorare e tornare a casa..
    Scusa, ma sentire queste cose, che poi si diffondono e vanno ad alimentare certi clichés, mi manda in bestia..

  4. Franco

    Personalmente sono d'accordo. Ryan Air è bellissima quando ci si ha facilità di raggiungere l'aeroporto. Ho già fatto i biglietti per natale per Roma : Air France 148 euro, Ryan Air 60 + 30 Euro Bus + Bagaglio in Stiva + 5 euro per il Check in On line. E con Air France colleziono le miglia.
    Se la differenza di prezzo non è enorme tanto vale prendere Air France !

  5. Franco

    Un altra cosa. Una volta con Ryan Air ho dimenticato di fare il check in online. Risultato : 40 euro per stampare un pezzo di carta.

  6. Irene

    Sono d'accordo con Genna che sulla RER c'è gente come ovunque a Parigi...
    Beh si è scatenato un bel dibattito :) a quanto pare siamo d'accordo nel dire che se il prezzo del biglietto è davvero low cost il gioco vale la candela, altrimenti ...

  7. giusy

    Anche mio marito...puro parigino, una volta è rientrato a sera tarda da Charles de Gaulle via RER si è ritrovato una banda di giovani e parecchie facce strane, mi ha detto che non vedeva l'ora di arrivare! La gente che lavora si riconosce e non circola in quelle ore tarde.
    Sembra che racconti frottole, ma l'avete mai preso voi la RER? e in che zona? Per dirla tutta io preferisco Meridiana ma ripeto mi costa più il taxi!

  8. irene

    Altro che gente strana ! Prendo tutti i giorni l'RER per andare al lavoro, me sventurata, e per ora al mio attivo ho 2 furti a mano armata e uno spintone cosi' forte che mi ha fatto cadere a terra e rialzarmi sanguinante. Altro che clichés ragazze, attente a voi! PS alla mia segretaria è andata molto peggio, è stata tabassée (come si dice in italiano??) e si è fatta un mesetto di ospedale...

  9. IP

    Completamente d'accordo con tutti i punti descritti!
    Io boicotto Ryanair da un pezzo, fatevi due "risate" qui: http://www.italianipocket.com/boicottiamo-ryanair/

  10. Franco

    Bof, non ho ancora capito se Parigi è piu o meno pericolosa di Roma. Comunque, quando ero studente a Roma si rientrava col notturno e c'erano le stesse faccie strane. Mai avuto problemi.

    Al contrario gli "in sede" uscivano soltanto con la macchinetta nuova comprata dal babbo (una famiglia romana ticica puo avere anche 3 o 4 auto, alla faccia della crisi economica).

  11. giusy

    Abito a Parigi da mezzo secolo, potremmo aprire un'altra discussione sulla sicurezza delle varie città...
    ho dato un parere personale sulla tratta Paris-Beauvais poi ogniuno guarda il suo tornaconto, chiarissimo!

  12. stefano

    ...vi state dimenticando di easyjet comunque ;)

  13. Vaviola

    Forse Air france va bene per chi abita a milano o parigi ma se abiti a Cagliari hai poche alternative a ryan air per tutti gli spostamenti, prova a vedere quanto costa cagliari parigi con le altre compagnie.......

  14. Vaviola

    Forse Air france va bene per chi abita a milano o romq ma se abiti a Cagliari hai poche alternative a ryan air per tutti gli spostamenti, prova a vedere quanto costa cagliari parigi con le altre compagnie.......

  15. elena

    ciao! io vivo da 4 anni e mezzo a Parigi e prendo da sempre ryanair. ok per l'autobus troppo costoso e gli autisti che fanno paurissima, ma per chi ha la macchina e ritorna regolarmente in italia è veramente economico, una volta ho pure speso 2euro a/r! senza spese ne niente! certo bisogna controllare le prmozioni tutti i giorni sul loro sito, certo il servizio all'aeroporto é scarsissimo, il personale della security incompetente (ahah) ecc ecc.
    pero' tutto sommato dai, per quello che si spende.... ciaociao

  16. elena

    ah e poi dopo un po' ci si abitua a organizzarsi con la valigia. poi é vero che io parto il venerdi' e torno la domenica quindi non ho bisogno di molte cose, ma resto pur sempre una femmina maniaca di borse borsette ecc :)

  17. Irene

    Ragazzi, devo (in parte) ricredermi sulla mia opinione mooolto negativa riguardo Ryanair da quando hanno aperto il Terminal 2! Ora sembra (quasi) un vero aeroporto!

  18. Tino

    beh...come del resto tutte le destinazioni, bisogna valutare se e quando conviene realmente una low cost ad una compagnia di bandiera, ma in questo caso il costo della navetta sembra davvero poco influente: 30 euro da beauvais non sono pochi, ma i 16 euro a/r per l'aeroporto "cittadino"?!?

  19. alessandro

    99 solo andata? io con 88e (14+14+30+30) vado e torno da parigi con la mia ragazza! direi che ne vale proprio la pena...ryanair e una bellissima realta che apre le porte dell'europa a tutte le tasche!

  20. laura

    Salve!!Mi sono imbattuta in questo sito cercando un po' di notizie su Parigi.Farò una breve vacanza i primi giorni di ottobre,mi servirebbe sapere se è vero che sul bus Beauvais/Parigi si può portare solo un bagaglio da 2 kg..insomma..tralasciando tutti i validissimi pro e contro...questa mi sembra veramente un'assurdità!

  21. claudio

    non fate come me che l'ultima volta ho avuto la sboronaggine di partire 'solo' due ore prima da beauvais. .. .risultato: arrivato dopo 2 ore di traffico, aereo perso perché assurdamente bisogna fare il check in massimo 30 minuti prima del volo, 110 euro tariffa fissa di cambio volo e 15+15 di navetta. . .viva il low cost!

  22. susanna

    Ciao a tutti qusto sito mi sembra molto utile e vorrei approfittarne per fare un annuncio..l'anno prossimo vorrei studiare alla sorbona(sono in quinta superiore) e stavo cercando altri studenti come me che devono iniziare l'università lì. Anche fra vostri conoscenti...grazie

  23. laura

    sono di nuovo io,vacanza meravigliosa ma troppo breve.comunque devo dire di non aver avuto il minimo problema,bus ben organizzati,nessun tempo morto,se non una mezz'ora in aeroporto ma è inevitabile ovunque.
    low cost??si.110euro spesi meravigliosamente per 2biglietti andata e ritorno,bisogna solo essere in grado di organizzarsi a modo.
    30euro andata e ritorno,pero,sono troppi anche per l'ottimo servizio offerto dai bus.

  24. Irene

    Salve, vorrei un'informazione. Vorrei andare a Parigi con ryanai e stavo dando un occhio a queste navette ufficiali che partono 20minuti dopo l'arrivo dell'aereo. Nel caso che i bagagli ritardino loro aspettano o No? Come devo prenotare!?

  25. Stefano

    ciao Irene, non ti preoccupare le navette ci sono sempre

  26. Maurene

    Ciao qualcuno mi può dire come posso arrivare a Paris centro o vicino al boulevar vicino alla maddalen dal aeroporto di Beauvais ,, dove si prende il bus o navetta e quanto costa ,, o se ha un numero o no
    E la navetta. Grazie.... Bacii

  27. Maurene

    Ciao, cuanto potrà costare la navetta o bus dal aeroporto Beauvais a Paris centro.. È poi quando esco dove si va a prenderlo e qualle ,, grazie. E poi anche al ritorno da Parigi sempre al aeroporto .. Bacii

  28. Fatim

    C'è nessuno che parte il 4 aprile da trapani per parigi via Beauvais?! Giusto per farci compagnia e corraggio :) )

  29. Mao

    Ciao, vado sempre a Parigi all'aeroporto di beauvais , dentro si compra il biglietto del pullman x andare alla porte maillot ( centro Parigi) e costa 16,00€ a persona poi ci sono i taxi fuori li
    Al ritorno per prendere il pullman si deve andare 3h15 min prima del volo e ci sono sempre alla porte de maillot, è facilissimo .. È comodo ...

  30. Mao

    Il bus c'è scritto PORTE MAILLOT Paris, costa sempre 16,00€ a persona a tratta e il tempo e di 1,15 /1,30 min .. Baci
    I bus sono fuori dell'aeroporto 1 e si vedono, solo seguite le persone

  31. tino

    ...confermo 16 euro e le corse sono frequenti..non c'è bisogno di farsi coraggio, è semplice ed intuitivo..consiglio di prendere gia all'arrivo in aeroporto anche il biglietto per il ritorno!..cosi da Parigi salite appena beccate il primo pulman, di solito c'è coda alla biglietteria. :) buon viaggio!

  32. marco

    Leggo e rimango stupefatto. Mi sembra di vedere la italianità al suo peggior livello: gente che si lamenta di condizioni, che però accetta avidamente con un contratto quando compra i biglietti "perrisparmiare", e che ha il coraggio di accusare la compagnia aera se si scorda di stampare "un foglio" (provate a salire su un treno scordandovi il biglietto!) e addirittura perchè fa tardi e perde il volo!!!
    Ma possibile che rispettare le regole vi sia così ostico, difficile, impossibile?

  33. Vito

    Io ho preso una decina di volte il volo da Orio a Beauvais con Ryanair e quasu sempre ho avuto problemi con l'autobus navetta del paese. Non parlo degli pullman che portano a Parigi, ma dell'autobus locale che fa il giro dalla stazione ferroviaria di Beauvais e porta in aeroporto. Una volta c'era lo sciopero e all'aeroporto non c'erano avvisi. La sera prima, arrivato da Parigi in treno, l'autobus-navetta non è passato e non c'erano taxi. A proposito dei taxi, non si trovano mai per fare tratte brevi tra gli hotel di Beauvais e l'aeroporto perchè non gli conviene e sono sempre fermi in aeroporto per portare i passeggeri a Parigi, costo della tratta circa 120 euro. Una mattina presto, uscito dall'hotel a 5 km dall'aeroporto, dopo aver atteso per più di un'ora l'autobus di beauvais, non essendo passato mi sono messo a fare l'autostop offrendo 50 euro a chi mi portasse all'aeroporto. dopo mezz'ora una persona gentile e disponibile mi ha portato all'aeroporto senza voler essere pagato, ma essendo arrivato solo 29 minuti prima al controllo bagagli, non mi hanno fatto entrare e ho perso il volo. Risultato, ho dovuto pagare 110 euro per il volo della sera e stare in aeroporto tutto il giorno. Questo perchè la Raynair se ne fotte di come sono organizzati o mezzi pubblici al di fuori dell'aeroporto, che praticamente lavora e si è sviluppato solo per Rayanair. Comunque, nonostante mi premuravo di pernottare la notte prima del volo di ritorno in Italia proprio in un hotel di Beauveais, mi hanno fatto perdere il volo quelli dell'autobus, i taxisti furni e Rayanair che non aveva messo degli avvisi in aeroporto dello sciopero della navetta-bus locale. Ho deciso, dopo quell'ennesima disavventura (io sono stato anche uno di quei passeggeri "dirottati" a Liegi per la nebbia nel novembre del 2010)di non volare più con Ryanair e adesso per la Parigi prendo sempre Easyjet dal terminal 2 di Malpensa. Tutta un'altra cosa ! Se avete la possibilità di pagare qualcosa in più e avete un po di dignità, non volate più con Ryanair così capiranno che serve un po di rispetto per le persone e che i prezzi bassi non autorizzano a fregarsene in caso di problemi extra-volo. Un saluto a tutti quelli che boivottano Rayanair.

  34. Vito

    A Marco qui sopra che fa il precisino e che rispetta tutte le "regole":rispetto al treno, quando si prenota un volo con Ryanair si comunicano i propri dati, compreso il numero del documento personale e se ci si dimentica di stampare un foglio non è perchè non si è pagato il biglietto ma è solo una formalità che con i mezzi oggi a disposizione (internet) la compagnia di volo potrebbe ovviare stampando al cliente "free of charge" il pezzo di carta che ha dimenticato. Ad esempio, prenotando con altre compagnie, British Airways, Easy Jet, ecc. è tutto più semplice e non ti chiedono tutti i dati che chiede Ryanair. Oggi, se vogliono sapere chi sei per loro basta sapere nome cognome data di nascita e residenza e non è necessario chiedertelo all'infinito all'atto della prenotazione e check in.

  35. JeanPierre

    Chi è causa del suo male pianga se stesso! chi è rincoglionito se ne stia a casa.

  36. Domenico Cosmai

    Ai difensori del "giusto rigore" del personale di Beauvais: spero caldamente che vi capiti quello che é capitato a me. Anche io amo le regole ma non per sciatteria o pigrizia sono arrivato con 5 (dico 5!!!) minuti di ritardo dovuto al fatto che Il personale di Beauvais airport é ostile e poco comunicativo. Aeroporto spartano. Poche scritte. Indicazioni esigue. Nessuna empatia. Risposte date dopo che hanno fatto mille faccette di stupore come se avessi grugnito e non chiesto le solite cose che si chiedono in aeroporto e che si aspettano. (ricordarsi la pragmatica della comunicazione da Watzlavick ad Habermas...) La comunicazione é ridotta e scadente. Data di malavoglia e che non ammette repliche. Una mestizia poco accogliente. Un pó spaesato, con famiglia e due figli piccoli, arrivato come dicevo all'imbarco con un ritardo esiguo e risibile mi sono scontrato con un muro di ottusa e compiaciuta intransigenza. Aereo a due passi, c'era tutto il tempo per fare il controllo bagagli (avendo giá fatto il check in on line). Ma niente da fare: ottusitá da posizione dominante. Neanche condita da una dialettica. Poche parole e poi un non ascoltare più. Voltare la testa dall'altra parte. Battutine tra colleghi di cui si indovinavano toni e contenuti. Godevano a dirci che non era piú possibile partire e potevamo prendere un volo solo dopo tre giorni. NESSUNA EMPATIA. Quando un addetto dell'aereoporto ( che somaticamente era poco francese e molto nordafricano) ci ha calmato ed ha avuto la giusta flessibilitá e ci ha dato la possibilitá di entrare, il resto del "branco", ha fatto di tutto per ostacolarci: ecco come. Fanno entrare me con le bambine. Fermano mia moglie. Le fanno la proposta a sfregio " fai partire tuo marito con le bambine e tu rimani qui". Alla agitazione di mia moglie , le fanno svuotare il bagaglio. Per terra. Iniziano con un "questo si, questo no" .Le sequestrano la valigia e tutto quanto é per terra glielo fanno raccogliere in un bustone schifoso da fagotto. Mi fanno rovesciare i bagagli a mano (quelli di 10 chili che peró pesavano neanche 7 chili e giá passati allo scanning). Ho la borsa degli IPAD, glieli mostro e con scherno commentano qualcosa fregandosene che sono in ansia vedendo mia moglie a terra che separa il contenuto del bagaglio supplementare pagato di 15 chili. Io vengo perquisito come nei film tastandomi a mano e scannerandomi. Mi fanno togliere il cinturone. Mia figlia di 6 anni ha degli anelli di plastica : non glieli fanno passare e pretendono che prenda la vaschetta e metta solo quelli. É bassina e cerca di prendere la vaschetta che é troppo in alto ma nessuna la aiuta. Io con i pantaloni un pó cascanti mi avvicino e alla fine la aiuto io. Mi fanno togliere le scarpe. Me le tolgo non slacciandomele. Pretendano che le slacci. Mi fanno mostrare la pianta dei piedi. Mi scannerano i piedi (perché?). Mi fanno rovesciare le tasche. Si capiva che volevano far consumare il tempo in una lotta con Ryanair che mi stava aspettando. Mi cade una moneta e mi invitano a raccoglierla. Faccio capire che finisco di allacciarmi la scarpa e poi vado a prenderla ma no: uno di loro vuole che la vada a raccogliere. Intanto battutine, commenti arroganti e di disprezzo malcelato. Un "RITO DI DEGRADO" fatto per provocare una reazione di orgoglio da parte mia che serviva per avere il pretesto per trattenermi in modo definitivo. (mi ricordo che avevo letto da qualche parte come molti ammirano questi metodi della "police" ). Intanto fanno pressing su mia moglie affinché non si ostini e abbandoni tutto: camicie e maglie (neoacquisti dalle galeries Lafayette) ma piangendo caparbiamente raccoglie tutto nello schifoso bustone che da qualche parte si erano degnati di darle. Mantengo la calma. Le bambine piangevano...Il ragazzo " poco francese" che, visto l'autentico smarrimento ci ha creduto facendoci accedere, viene circondato da altri "funzionari" e redarguito con veemenza. Lui si pente e costernato mi invita a tornare indietro con le figlie dopo tutto quel trambusto. Dopo un tira-e-molla grottesco mi fanno passare perché oramai eravamo il focus di uno spettacolo avvilente e patetico. Arrivo agli ultimi metri del gate. Cosa trovo? Una decina di persone che con molta serenità stanno facendo una coda imbarcandosi all'ultimo momento! Quindi non stavo intralciando un corno di niente! L'ufficiale del gate che a distanza aveva visto e capito tutto (l' aereo era pieno e mancavano tre o quattro minuti) cerca di accelerare l' ok alle carte di imbarco dicendomi che non c'era bisogno di verificare in quanto era giá in possesso di tutte le informazioni per me e la mia famiglia, riceve uno stop dal branco e viene obbligato a ricontrollare tutto per me, mie figlie, mia moglie...Intanto mia moglie viene ancora una volta trattenuta perché dal bustone le cade un pezzo ma non glielo porta nessuno, la obbligano a tornare a riprenderselo da sola. Torno indietro ad aiutarla. Arriviamo al gate. L'ufficiale ricontrolla. Arriva una donna che ci afferra il braccio e ci invita alla calma ma é incazzata. Finalmente entro nella serpentina finale, l' aereo a 10 metri ...tutti in cima alla scaletta ...la donna della "calma" ci pedina...Ho l'impressione che vogliano vederci con la lingua a terra (mi ricordo quelle scene all'italiana in cui c'é un certo sbracciarsi per segnalare al conducente un "ehi! aspetta un pò che c'è uno che sta cercando di salire..."). Vedo un varco: cerco di ficcarmi e arriva un tizio che mi si para davanti per costringermi a fare l'ultima curva (inutile). Saliamo. Il clima cambia. Ho la percezione di empatia: non é dunque Ryanair la responsabile di quella dimostrazione di banale sadismo truccato da ineluttabilitá delle procedure che fa sentire tanto civici chi le maneggia rispetto a chi ne subisce...la Ryanair magari pensa solo ai quattrini ma di fronte a certe cose sa cosa vuol dire elasticitá e non mortificazione della dignitá. UN RITO DI DEGRADO FATTO CON ripeto SADICO compiacimento. Una sensazione di trappola servita in mousse di boria e scortesie prolungate e gratuite, di ottusitá travestita da splendido rigore e lussuria formalistica. NON A TUTTI NATURALMENTE. UNO OGNI TANTO. Aspettano i border line : chi ha subito uno scipero dei bus ed é arrivato a fortuna, chi non capisce la lingua e non parla l'inglese che vogliono loro, chi deve partire all'ultimo momento per una urgenza, chi si accompagna a minori o vecchi e non gestisce il tempo in modo ottimale, chi per uno del mille contattempi non ce la fa ad essere sempre un utente idaltipico...Dimenticavo: mentre eravamo ormai negli ultimi metri una del branco mi fa, ancora una volta, fermare da lontano e a gesti mi comunica che la bottiglia di acqua, che mi hanno sottratto, me la butteranno ( sai quanto me ne fregava! Ma lo schema era chiaro ormai....Gli ammiratori dell'ordine e della civilization sono liberi di non crederci . Coloro a cui non pare vere di pagare cosí poco per andare a Parigi e si sentono colmi di gratitudine che riversano in qualche modo facendo peana alla organisation,all' Etat, alla police, alla géométrie, alla efficacité administrative, allla gravité francaise, esecrando magari noi arruffoni e sprovveduti, cioé coloro che criticano , si devono augurare di non incappare in queste disavventure di abusi fatti da teste di legno che si sentono forti perché agiscono in un demenziale concerto. Continuate a viaggiare per Beauvais e nascondetevi nel gruppo, arrivate un'ora prima, fate quello che va fatto, lodate e lodatevi e non abbiate timore: Beauvais non é cosí e questo é capitato a me per un concorso straordinario di circostanze irripetibili. Buon viaggio.

Add a Comment

Weather forecast by WP Wunderground & Denver Snow Service