Greenboy e la pipi a Parigi

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 2)

[Tonio torna a raccontarci la sua Parigi presentandoci THE supereroe parigino...Buona lettura!]

Greenboy … I love you !

http://www.dailymotion.com/video/xeubkq

Le Green Boy and the Dirty Girl, par Jérome… par JeromeGenevray


La sequenza fa pensare tanto all’esplicita riconoscenza della bella ragazza nei confronti di Flash-Gordon, supereroe Marvel evocata, tra l’altro, nella celebre omonima colonna sonora dei fantastici Queen.

In questo caso l’eroe, tutto parigino (e i veri italiani a Parigi sicuramente sanno perché, n.d.r.), è alle prese con chi, noncurante di cattive abitudini e comportamenti scorretti, arreca danno alla stupenda città gettando rifiuti a destra e a manca.

Molto interessante anche il fatto che l’iniziativa privata (che é divenuto tra l’altro uno spettacolare e divertentissimo cortometraggio), viene presa come spunto da altri importanti agglomerati urbani e non necessariamente europei.

Oltre a questa singolare iniziativa c’e da segnalare, anche, un ulteriore provvedimento del Comune di Parigi intento a scoraggiare chi ritiene che fare la pipì su di un muro sia quasi la cosa più naturale di questo mondo.

Tra le tante efficaci (ed anche in questo caso assai imitate ) soluzioni adottate dall’amministrazione comunale a tutela dell’ambiente, una locandina in particolare parla da sé: “Una birra con gli amici? Costa circa 2,80 euro. Ma se poi fate la pipì sui muri, la multa è di 35 euro”.

E’ utile a questo punto ricordare che, volendo, fare la pipì a Parigi non costa nulla, salvo singolari eccezioni.

Le “sanisette” che funzionano in tutta Parigi, ad esempio, assolutamente gratuite, sono ben 400 e dotate ognuna di schermi autoilluminanti e soprattutto di facile accesso per i disabili.

Ma ci sarebbe persino un modo sfizioso di fare la pipì a Parigi perché … Paris est toujours Paris !

Ci sarà un motivo se la parola toilette è entrata nel vocabolario universale?

si chiede Sabina Ciminari ( illustre italiana a Parigi ) nell’interessantissima pubblicazione “ 101 cose da fare a Parigi almeno una volta nella vita “ edita da Newton Compton.

Con una modica cifra ( decisamente assai più bassa della sanzione di 35 euro ) potremmo portarci a casa il ricordo di una Ville lumiere vista attraverso una prospettiva inusuale, tuffandoci nella Belle Epoque attraverso il semplice utilizzo di uno dei lussuosissimi ( e non solo ) bagni pubblici di Place de la Madeleine, degli Champs-Elisées o delle immediate vicinanze.

Le foto che seguono indurrebbero, per concludere, ad uno spensierato espletamento delle proprie funzioni fisiologiche in un contesto parigino (… come dire ? ) naturalistico, insomma alla Emile Zola.


Le due immagini, in questo ultimo caso servono unicamente a strappare un sorriso, complice il Carnevale che bussa alle porte.

Tonio Scanderebech

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 2)
Posted on by Redazione Parigi in Cultura, Curiosità, Istruzioni per l'uso, Opinioni, Società, SPQF, Varie

4 Responses to Greenboy e la pipi a Parigi

  1. Luca

    quello che mi stupisce sempre dei parigini é che hanno sempre una capacita incredibile di inventarsi personaggi di questo tipo...e dove lo si trovava un "greenboy" metropolitano se non a Parigi??? :D

  2. Irene

    Speriamo che queste toilettes siano sempre più utilizzate perché in giro si sentono certi odori... soprattutto d'estate!
    Forza Greenboy !!!! :)

  3. Pingback: Una nuova Marianne vicino Parigi?

  4. Marina

    ma, tra l'altro, dove costa 2,80 a Parigi una birra con gli amici?

Add a Comment

Weather forecast by WP Wunderground & Denver Snow Removal